Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Domina un atteggiamento attendista oggi alla Borsa svizzera, che in mancanza di impulsi chiari oscilla pigramente in una ristrettissima fascia intorno alla parità: alle 11.40 l'indice dei valori guida SMI segnava 8422,31 punti (-0,01% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in progressione dello 0,11% a 8197,81 punti.

Sul fronte interno mancano notizie di rilievo e le variazioni sono in gran parte frazionali. Sotto pressione appare solo Swisscom (-3,76%), che da oggi è scambiata senza la cedola del dividendo.

Non presentano un orientamento unitario i valori maggiormente sensibili ai cicli economici come ABB (+0,39%), Adecco (-0,55%), Geberit (+0,57%) e Holcim (+1,49%): quest'ultimo titolo appare una volta ancora volatile, dopo l'annuncio della fusione con Lafarge. Fra i bancari UBS (+0,28%) è più tonica di Credit Suisse (-0,63%). Poco mossi appaiono i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,22%), Novartis (-0,07%) e Roche (-0,39%).

Nel mercato allargato tonfo di Valartis (-5,01%), che ha corretto fortemente al ribasso l'utile 2013.

SDA-ATS