Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera rimane in negativo nel pomeriggio: alle 15:25 circa l'indice dei valori guida SMI segnava 8'185.99 punti, in flessione dell'1,46% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI perdeva l'1,31% a 8'922.98 punti.

A soffrire maggiormente, con cali di oltre il 2%, sono sempre i bancari UBS (-2,82%) e Credit Suisse (-2,28%). Julius Baer riesce a contenere un po' le perdite (-1,18%).

A perdere oltre l'1% sono anche LafargeHolcim (-1,88%), gli assicurativi Swiss Life (-1,48%) e Zurich (-1,52%), Swisscom (-1,36%) e SGS (-1,05%). Il CEO di quest'ultimo, Frankie Ng, ha riferito in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano L'Agefi che il gruppo ginevrino intende aumentare la sua presenza nel commercio online.

I tre pesi massimi difensivi riescono a limitare le perdite: Roche (-0,98%), Nestlé (-0,83%) e Novartis (-0,82%).

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS