Navigation

Borsa svizzera: rimbalza, primi scambi in ribasso

Gli indici tornano a salire. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 marzo 2020 - 09:12
(Keystone-ATS)

Dopo il crollo di ieri la borsa svizzera rimbalza: alle 09.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 8517.69 punti, in progressione del 2,99% rispetto a ieri.

Dopo aver vissuto ieri la peggior giornata della sua storia, con l'SMI che è arretrato di quasi il 10%, il mercato si interroga comunque sull'impatto che continuerà ad avere il coronavirus sulla congiuntura mondiale. "Una pandemia non si combatte con misure di politica monetaria", ha osservato un operatore.

Oggi in Asia le piazze finanziarie hanno chiuso ancora in profondo rosso, a cominciare da Tokyo (Nikkei -9,31% a 16.831, punti). Lo stesso ha fatto ieri Wall Street (Dow Jones -9,99% a 21'200,62 punti, Nasdaq -10,42% a 7201,80 punti).

Anche le altre borse europee hanno avviato le contrattazioni con il segno più: nel dettaglio vanno segnalate Parigi (Cac 40 +4,70% a 4234,37 punti), Londra (Ftse-100 +5,80% a 5546,19 punti) e Milano (Ftse Mib +1,43% a 15'108 punti).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.