Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Dopo una mattinata negativa, la Borsa svizzera attorno alle 11.00 è risalita al di sopra della parità, soprattutto per effetto della progressione del titolo UBS. Verso le 11.30 l'indice principale SMI segnava 6474,11 punti, in rialzo dello 0,03%. L'indice allargato SPI era a quota 5681,96 (+0,06%).
Gli investitori sono prudenti in attesa di dati congiunturali americani che saranno pubblicati nel pomeriggio, hanno indicato gli operatori. Inoltre giovedì la Banca nazionale svizzera comunicherà la sua valutazione della situazione economica e monetaria.
Dopo il sì del Consiglio nazionale di stamane all'accordo concernente la domanda di assistenza amministrativa degli Stati Uniti, il titolo dell'UBS sta salendo del 2,04%. Il Credit Suisse è invece in flessione dello 0,44%, mentre la Julius Bär guadagna l'1,77%.
Gli assicurativi sono in rialzo, con Swiss Life che sale dello 0,62%, Zurich Financial dello 0,49% e Swiss Re dello 0,25%. Quanto ai titoli difensivi, Nestlé cede lo 0,37%, Novartis lo 0,54% e Roche lo 0,13%.
Fra i titoli sensibili ai cicli congiunturali, ABB mette a segno un incremento dell'1,11%. Il gruppo elvetico-svedese beneficia del miglioramento della valutazione da parte della Morgan Stanley. In netta crescita anche Adecco (+1,83%) e Holcim (+1,11%).

SDA-ATS