Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Scende la Borsa svizzera ad inizio pomeriggio, dopo essere stata a lungo altalenante attorno all'equilibrio. A trascinarla pesantemente verso il basso è stato l'annuncio dei dati sul lavoro Usa a luglio. L'indice dei titoli guida SMI fa segnare una flessione dello 0,64% a quota 6333,81 punti. Sul mercato allargato, l'indice SPI scende dello 0,61% a 5607,32.
Il tasso di disoccupazione negli Usa a luglio è rimasto al 9,5%, risultando inferiore alle previsioni che lo davano in rialzo al 9,6% dal 9,5% di giugno. Lo ha comunicato il dipartimento del Lavoro, secondo cui gli occupati del settore privato sono però saliti di 71.000 unità, meno delle 90.000 previste.
Unici titoli a reggere sono Lonza (+2,64%), Actelion (+0,70%), Syngenta (+3,12%), spinta secondo gli operatori dal blocco delle esportazioni del grano annunciato dalla Russia e dalla migliore valutazione da parte di Citigroup, e Roche (+0,28%), dopo la pubblicazione di uno studio favorevole su un suo prodotto destinato alla cura del cancro, l'Avastin. In territorio positivo anche Zurich Financial (+0,21%).
Flessione per Trasocean (-1,41%), dopo una mattinata ampiamente positiva, in cui il titolo era sospinto dalla pubblicazione di un bilancio intermedio migliore delle attese e dopo il successo dell'operazione di chiusura del pozzo Macondo al largo della Louisiana. Forti perdite per Swiss Re (-4,71%), Adecco (-3,04%) e Nestlé (-1,37%), su cui pesa l'aumento del prezzo del grano.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS