Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Dopo una mattinata ampiamente positiva, la Borsa svizzera è scivolata al di sotto della parità, come anche le altre principali piazze europee. Verso le 15.10 l'indice SMI dei titoli guida era a quota 6414,05, in calo dello 0,16%. L'indice allargato SPI registrava una flessione dello 0,07% a 5664,64 punti.
I listini praticamente non hanno reagito alla pubblicazione del dato americano sull'inflazione in agosto. L'indice dei prezzi ha segnato un rialzo mensile dello 0,3%, in linea con le attese. Su base annua il rincaro si è attestato all'1,1%. L'indice core (al netto delle componenti alimentare ed energia) è rimasto invariato su base mensile contro la previsione di un +0,1%.
Tra le blue chip bancarie, calo dello 0,77% per l'UBS, dello 0,13% per il Credit Suisse e dell'1,31% per Julius Bär. Arretrano anche gli assicurativi Swiss Re (-1,23%) e Zurich Financial (-0,67%).
Come stamane, Novartis dà un sostegno al mercato, con un incremento dello 0,81%. Nestlé è invece passata al di sotto della linea di demarcazione e sta perdendo lo 0,57%. Roche è in calo dello 0,79%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS