Navigation

Borsa svizzera: seduta negativa, SMI -0,65%

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 aprile 2012 - 17:53
(Keystone-ATS)

Giornata al di sotto della parità per la Borsa svizzera, caratterizzata da scarsi volumi come usuale prima di Pasqua, hanno indicato gli operatori. Le perdite si sono accentuate sul finale di seduta, parallelamente all'andamento a Wall Street. Il listino principale SMI ha chiuso a 6258,66 punti, in calo dello 0,65%. L'indice allargato SPI ha terminato la seduta quota 5757,13 (-0,52%).

Nel pomeriggio sono state comunicate le cifre sugli ordini industriali negli USA, progrediti in febbraio dell'1,3%, un po' al di sotto delle previsioni. Gli esperti avevano pronosticato un aumento dell'1,5%. Per venerdì sono in programma importanti dati sul mercato del lavoro americano, mentre le borse europee rimarranno chiuse per le festività pasquali.

A Zurigo fra i titoli guida si è messo in luce Actelion, salito del 2,74% (a 34,46 franchi), sulla scia di una raccomandazione da parte del Credit Suisse. Ieri la società biotecnologica basilese aveva annunciato lo stop dello sviluppo di un medicinale contro l'asma e il raffreddore da fieno.

Positiva anche l'evoluzione dei titoli del lusso: Richemont ha guadagnato l'1,30% (a 58,50 franchi), Swatch Group lo 0,57% (a 426,40 franchi). In calo i titoli più sensibili alle oscillazioni congiunturali ABB (-0,37% a 18,65 franchi), Adecco (-0,88% a 47,36 franchi) e Holcim (-1,70% a 57,85 franchi).

Il titolo guida con la contrazione più marcata è stato Transocean (-3,88% a 48,83 franchi). Nestlé ha inciso sul listino, cedendo lo 0,70% (a 56,70 franchi). Un po' meno pesante la flessione dei due giganti farmaceutici, con Novartis in discesa dello 0,39% (a 50,65 franchi) e Roche dello 0,43% (a 160,30 franchi). L'americana Illumina ha respinto anche l'offerta di Roche ritoccata verso l'alto.

Quanto ai bancari, Credit Suisse, in rialzo in mattinata, ha terminato con un calo dell'1,74% (a 25,48 franchi), UBS dell'1,97% (a 12,46 franchi), Julius Bär dell'1,28% (a 36,15 franchi). Sono ritornati i timori sull'evoluzione della Spagna, è stato rilevato. Tra gli assicurativi, Swiss Re è in aumento dello 0,09% (a 58,25 franchi) e Zurich Financial in flessione dello 0,88% (a 225,90 franchi).

Nel listino allargato Lonza è salita dell'1,61% (a 47,85 franchi) dopo la notizia che il gruppo ha nominato Richard Ridinger quale nuovo Ceo, annuncio accolto positivamente dagli analisti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?