Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Seduta negativa quella odierna per la Borsa svizzera. Sui mercati hanno pesato deboli dati macroeconomici americani. L'indice SMI dei titoli guida, recuperando sul finale con il miglioramento a Wall Street, ha chiuso a quota 6098,59, in calo dello 0,74%. L'indice allargato SPI è in discesa dello 0,79% a 5392,58 punti.
Il Dow Jones era scivolato sotto i 10.000 punti dopo il crollo delle vendite di case nuove. Quest'ultime sono scese in luglio del 12,4% a un tasso annualizzato di 276.000 unità. Il dato è al di sotto delle attese degli analisti. Si tratta del livello più basso dal 1963.
Inoltre gli ordini di beni durevoli negli USA, a luglio, hanno segnato un rialzo dello 0,3% dopo il -0,1% del mese precedente (dato rivisto). Le previsioni erano per un aumento del 3%.
In mattinata il mercato era stato temporaneamente sostenuto dall'indice che misura il clima di fiducia delle imprese tedesche, rilevato dall'istituto di ricerca Ifo, salito a sorpresa ad agosto a 106,7 punti. D'altro canto oggi l'agenzia di rating S&P ha abbassato il voto dell'Irlanda.
Fra le blue chip finanziarie elvetiche UBS è in perdita dell'1,47% (a 16,74 franchi), Credit Suisse dell'1,84% (a 44,28 franchi) e Julius Bär pure dell'1,84% (a 35,25 franchi). Swiss Re è in ribasso dello 0,71% (a 42,25 franchi). Più contenuto il calo di Zurich Financial (-0,27% a 224,20 franchi).
Due soli titoli guida hanno sostenuto il mercato: Novartis, che è avanzata dello 0,87% (a 52,05 franchi), malgrado una raccomandazione negativa da parte dell'autorità sanitaria britannica in relazione a un'indicazione sul farmaco oncologico Gleevec, e Swisscom, in lieve rialzo (+0,10% 390,10 franchi). Roche è in flessione dello 0,80% (a 136,80 franchi). Per Nestlé vi è un calo marginale (-0,10% a 52,05 a franchi).
Fra i titoli sensibili ai cicli congiunturali, ABB è in discesa dell'1,63% (a 19,27 franchi), Holcim dell'1,23% (a 60,45 franchi). Notevoli perdite per Richemont (-3,06% a 39,24 franchi) e Adecco (-2,26% a 46,22 franchi). Swatch è in calo dell'1,78% (a 325,40 franchi). Forte arretramento inoltre per Syngenta (-3,40% a 232,80 franchi) e Synthes (pure -3,40% a 113,80 franchi). Secondo gli operatori, quest'ultima risente dei risultati deludenti presentati dal concorrente americano Medtronic.
Sul mercato allargato Ascom ha guadagnato il 2,62% (a 10,20 franchi). L'impresa bernese ha presentato, per quanto riguarda l'utile, un dato semestrale migliore delle previsioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS