Navigation

Borsa svizzera: seduta positiva, SMI +0,51%

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2011 - 17:52
(Keystone-ATS)

L'indice SMI dei titoli guida ha terminato la giornata a 5852,66 punti, in aumento dello 0,51%. L'indice allargato SPI è a quota 5317,48 (+0,39%).

Realizzi di guadagno a Zurigo per le blue chip bancarie. Credit Suisse, che ieri aveva messo a segno una progressione dell'11%, oggi ha perso l'1,29% (a 26,77 franchi), l'UBS è in lieve rialzo (+0,42% a 11,97 franchi), mentre la Julius Bär è in calo del 2,63% (a 35,15 franchi). Swiss Re, malgrado abbia riottenuto da Standard & Poor's il voto "AA-", ha terminato in discesa dello 0,14% (a 49,20 franchi), Zurich Financial dello 0,38% (a 210,00 franchi).

Un deciso sostegno al mercato è provenuto dai pesi massimi difensivi. Roche è salita dell'1,11% (a 145,10 franchi), Nestlé dello 0,69% (a 51,35 franchi) e Novartis dello 0,50% (a 50,25 franchi).

Robusta la performance dei titoli del lusso, con Swatch Group in crescita del 2,45% (a 389,00 franchi) e Richemont dell'1,74% (a 52,50 franchi). Fra i titoli più legati all'andamento della congiuntura, ABB è sotto la linea (-0,29% a 17,40 franchi), Adecco avanza del 2,66% (a 45,17 franchi) e Holcim è in flessione dello 0,09% (a 57,75 franchi).

Lonza, che stamane ha parlato di una robusta performance operativa nel terzo trimestre, senza fornire cifre, è in calo dello 0,16% (a 60,70 franchi). Newron - che stamane ha annunciato il fallimento delle trattative per il suo rilevamento da parte della finlandese Biotie - perde il 14,56% a 3,58 franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?