Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Anche nel primo pomeriggio la Borsa svizzera si muove in terreno positivo grazie in particolare ai titoli bancari. L'indice guida SMI, che in mattinata aveva segnato anche +1%, nel primo pomeriggio ha perso vigore e poco dopo le 14:30 registra +0,55% a 6349,5 punti. L'indice allargato SPI avanza dello 0,50% a 5484,13 punti.
Nel primo pomeriggio si è appreso che le richieste di mutui negli Stati Uniti hanno segnato un ribasso dell'1,2% la scorsa settimana, nonostante il calo dei tassi sui prestiti ipotecari. Le richieste di mutuo per l'effettivo acquisto di un immobile sono diminuite del 7%, mentre la componente dell'indice relativa alle domande di rifinanziamento è salita dell'1,4%.
Oggi, in Borsa spicca in particolare CS, che domani renderà noti i suoi risultati per il 2009. Il titolo guadagna il 3,19% e UBS, dopo il forte calo di ieri, avanza del 2,24%. Julius Baer si ferma a +1,01%.
Sul mercato allargato c'è da segnalare il calo di Nobel Biocare (-7,69%). Oggi il gruppo zurighese attivo nel settore degli impianti dentari ha annunciato di aver realizzato nel 2009 un fatturato di 581 milioni di euro (852 milioni di franchi), il 6% in meno dell'anno precedente (-8% senza effetti monetari). L'utile netto è diminuito del 3% a 106 milioni di euro.
Nel pomeriggio sarà reso noto negli Stati Uniti il dato sulla bilancia commerciale di dicembre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS