Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Anche nel primo pomeriggio alla Borsa svizzera continua a prevalere il segno positivo: verso le 15:15 l'indice guida SMI avanzava dell'1,95% a 7'730,85 punti e quello allargato SPI del 2,02% a 8'028,37 punti.

Nel testo presentato al Congresso prima di un'audizione sulla situazione della politica monetaria, la presidente della Fed, Janet Yellen, afferma che "al momento ci sono rischi sul fronte delle prospettive economiche che potrebbero ritardare i piani di rialzo dei tassi di interesse".

Anche nel pomeriggio quasi tutte le blue chips sono in rialzo. Fanno eccezione Transocean (-3,83%), SGS (-0,05%) e Swatch (-0,36%). In forte progresso sono i bancari dopo le forti perdite dei giorni scorsi. UBS avanza del 5,68%, Julius Baer del 4,12% e CS si ferma a +1,69%. Nettamente in crescita anche gli assicurativi: Zurich +2,86% e Swiss Re +2,44%.

A sostenere il listino contribuiscono i pesi massimi difensivi: Nestlé +1,39%, Novartis +2,06% e Roche +1,45%. In ripresa anche i titoli più legati alla congiuntura. ABB segna +1,09; Adecco +1,63%, ma fa meglio LafargeHolcim con +3,84%. Miglioramento più contenuto per Richmond (+0,35), ma non per Actelion (+2,75%).

Sul mercato allargato c'è da segnalare Bell (-2,51%) che oggi reso noto di aver rilevato la società zurighese Eisberg specializzata nella produzione di insalate fresche e piatti di insalata.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS