Navigation

Borsa svizzera: sempre negativa

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 febbraio 2012 - 12:00
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera continua ad operare in territorio negativo, con l'indice SMI dei titoli guida che a fine mattinata segna 6'134.11 punti, il flessione dello 0,58%, mentre l'indice complessivo SPI arretra dello 0,50% a quota 5'566.60.

Tra i bancari sono in calo UBS (-0,99%) e soprattutto Credit Suisse (-2,34%) mentre Julius Baer si rafforza leggermente (+0,08%). Invariata Novartis (-0,10%), mentre si indeboliscono Roche (-0,92%) e Nestlé (-0,19%).

Sui mercati pesano le incertezze relative alla soluzione del caso Grecia. Atene non ha ancora convinto l'Eurogruppo, che ha rinviato la decisione sugli aiuti a mercoledì prossimo, giorno entro il quale, secondo il ministro delle Finanze di Atene, Evangelos Venizelos, il Paese dovrà fare "la sua scelta strategica finale".

Oggi si attendono peraltro dati macroeconomici dagli Stati Uniti, che saranno diffusi a partire dal primo pomeriggio: bilancia commerciale, fiducia dei consumatori e deficit pubblico.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?