Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La giornata rimane positiva per la borsa svizzera, in attesa della pubblicazione di alcuni dati macroeconomici americani: alle 15.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 6229,62 punti (+0,44% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,46% a 5771,76 punti.

In evidenza rimane Credit Suisse (+4,20%), sempre in forte crescita nonostante sia ripiegata dai massimi di seduta: l'annuncio oggi a sorpresa di un nuovo programma di risparmi e di un aumento di fondi propri ha convinto gli investitori. Per quanto riguarda gli altri bancari ben posizionata è Julius Bär (+1,27%), mentre dopo un inizio favorevole sta faticando UBS (-0,29%). Fra gli assicurativi Swiss Re (+0,50%) è rimasta ferma al palo e vede allontanarsi Zurich (+0,88%).

In ordine sparso si presentano i valori più legati ai cicli congiunturali come ABB (-2,00%) e Adecco (+1,49%), mentre tonico appare il segmento del lusso, con Richemont (+2,96%) e Swatch (3,37%). In un'intervista il numero uno del gruppo orologiero di Bienne, Nick Hayek, ha confermato gli ambiziosi obiettivi di crescita del fatturato. Stentano per contro a trovare un indirizzo preciso i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,08%), Novartis (+0,37%) e Roche (+0,30%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS