La giornata rimane positiva per la borsa svizzera, in attesa della pubblicazione di alcuni dati macroeconomici americani: alle 15.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 6229,62 punti (+0,44% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,46% a 5771,76 punti.

In evidenza rimane Credit Suisse (+4,20%), sempre in forte crescita nonostante sia ripiegata dai massimi di seduta: l'annuncio oggi a sorpresa di un nuovo programma di risparmi e di un aumento di fondi propri ha convinto gli investitori. Per quanto riguarda gli altri bancari ben posizionata è Julius Bär (+1,27%), mentre dopo un inizio favorevole sta faticando UBS (-0,29%). Fra gli assicurativi Swiss Re (+0,50%) è rimasta ferma al palo e vede allontanarsi Zurich (+0,88%).

In ordine sparso si presentano i valori più legati ai cicli congiunturali come ABB (-2,00%) e Adecco (+1,49%), mentre tonico appare il segmento del lusso, con Richemont (+2,96%) e Swatch (3,37%). In un'intervista il numero uno del gruppo orologiero di Bienne, Nick Hayek, ha confermato gli ambiziosi obiettivi di crescita del fatturato. Stentano per contro a trovare un indirizzo preciso i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,08%), Novartis (+0,37%) e Roche (+0,30%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.