Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sempre positiva la borsa svizzera, con l'indice SMI dei titoli guida che nel primo pomeriggio segna 8'278.26 punti, in progressione dello 0,45%, mentre l'indice complessivo SPI avanza dello 0,49 % a quota 7'877.29.

I mercati scontano l'ipotesi di taglio degli stimoli della Federal Reserve entro fine anno e l'inflazione in Cina finita a ottobre ai massimi degli ultimi 8 mesi alimentando i timori di stretta monetaria. L'agenda economica oggi è praticamente vuota, sia in Europa, sia negli Stati Uniti.

Transocean vola in borsa dopo l'annuncio del raggiunto accordo con il finanziere statunitense Calr Icahn, che prevede tra l'altro il versamento nel 2014 di un dividendo di tre dollari per azione prelevato sulle riserve. Il titolo sta guadagnando il 4,11% .

Di segno positivo pure Novartis (+1,13%) che oggi ha fatto sapere di aver venduto la sua unità attiva nella diagnostica del sangue al gruppo spagnolo Grifols per 1,7 miliardi di dollari (1,6 miliardi di franchi). Più moderata la crescita di Roche (+0,20%), mentre il gigante dell'alimentare Nestlé amplia le perdite e arretra dello 0,38%.

Tra i bancari UBS sale dello 0,66%, Credit Suisse dello 0,56% e Julius Bär dello 0,71%. Zurich Insurance, tra gli assicurativi, guadagna lo 0,68% e Swiss Re l'1,51%.

Contrastati i titoli ciclici, con Adecco che guadagna lo 0,64% e Holcim lo 0,88%: Geberit cede invece lo 0,48%. Nel segmento del lusso Richemont lascia sul terreno lo 0,43%, mentre Swatch Group sale dello 0,79%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS