Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un avvio di giornata tentennante la Borsa svizzera si è orientata in deciso ribasso nel pomeriggio. Alle 14.50 l'indice dei valori guida SMI segnava 7'558.35 punti, in flessione del 2.59% rispetto a ieri. Il listino globale SPI perdeva il 2.68% a 7'835.45 punti.

Il mercato continua ad osservare attentamente l'evoluzione del prezzo del petrolio e gli investitori appaiono molto prudenti. L'andamento dei futures fanno inoltre prevedere un avvio al ribasso di Wall Street.

Sul fronte interno, l'unica società quotata allo SMI che fa segnare dei rialzi è Actelion (+1.71%). Il gruppo biotecnologico e farmaceutico basilese ha pubblicato oggi i risultati del 2015, in linea a quanto pronosticato dagli operatori di borsa. L'utile netto è risultato in calo del 7% (-3% a tassi di camion costanti) e il fatturato in crescita del 4%. L'utile operativo ha invece fatto un balzo del 15%.

Tutte le altre aziende perdono terreno, a cominciare dei colossi bancari: CS Group scende dell'8.03%, UBS del 5.70% e Julius Bär del 4.27%. Lafargeholcim cede il 6.68%. Ieri l'attuale copresidente del gruppo Wolfgang Reitzle aveva annunciato il proprio ritiro.

Tra le altre società quotate allo SMI, da segnalare i cali di Transocean (-4.15%), Swatch (-3.99%), Zurich Insurance (-3.87%), Adecco (-3.25%), ABB (-3.08%), Swiss RE (-2.56%) e Novartis (-2.02%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS