Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo una partenza praticamente ferma sul posto la borsa svizzera sembra volersi orientare al rialzo: alle 11.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 9112,70 punti, su dello 0,27% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,31% a 10'841,30 punti.

Sul fronte macroeconomico va segnalato il peggioramento dell'indice Pmi nell'Eurozona, sceso ai minimi da settembre 2016. Nuovi dati dovrebbero giungere nel pomeriggio dagli Stati Uniti.

In Svizzera fra i bancari - messi sotto pressione venerdì sulla scia dei timori per l'Italia - arretrano ulteriormente UBS (-0,29%) e Credit Suisse (-0,14%), mentre Julius Bär (+0,31%) beneficia di un mini-rimbalzo. Nel mercato allargato sono stati accolti con entusiasmo i conti di Aryzta (+32,71%), che ha informato sulla chiusura dell'esercizio 201/2018.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS