Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera ha praticamente azzerato i guadagni ottenuti stamane e alle 15.00 l'indice SMI dei principali titoli segna un +0.04% a 9'018.98 punti. Andamento identico anche per il listino completo SPI, che sale dello 0.06% a quota 10'260.65.

Tra le aziende quotate allo SMI, risultano essere poco mosse ABB (-0.08 %), Geberit (-0.09%), Julius Bär (+0.10%), Nestlé (+0.06%), Roche (+0.08%), SGS (+0.17%), Sika (-0.16%), Givaudan (+0.37%), Swiss RE (invariato) e Zurich Insurance (+0.35%). Sostengono il mercato Adecco (+0.55%), Credit Suisse (+0.96%), LafargeHolcim (+0.97%), Richemont (+0.69%), Swatch (+0.85%), Swiss Life (+0.61%), Swisscom (+0.62%) e UBS (+0.89%). In controtendenza Lonza (-0.98%) e Novartis (-0.75%).

Sul mercato allargato, da segnalare la crescita di Syngenta (+0.21%). Oggi ChemChina ha annunciato che la sua partecipazione nel gruppo agrochimico basilese ha ormai superato la soglia del 98%. La multinazionale cinese ha per questo inoltrato una richiesta per l'annullamento delle azioni restanti.

Forte calo invece per DKSH, che attualmente perde il -2.89%. Oggi la multinazionale zurighese dei servizi di distribuzione e di marketing ha presentato i risultati semestrali. Mentre il giro d'affari e l'utile operativo rientrano nella parte alta della forchetta delle attese degli analisti. L'utile netto è invece lievemente inferiore alle previsioni e la crescita organica lo è nettamente: era stato anticipato un +4,2% a fronte del +2,8% ottenuto.

SDA-ATS