Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera si è mossa in territorio negativo per quasi tutta la giornata. Il listino principale SMI ha terminato a 6507,87 punti, in calo dello 0,45%. L'indice allargato SPI ha chiuso a quota 6024,80 (-0,34%). Dopo i decisi guadagni registrati la scorsa settimana gli operatori avevano previsto una fase di assestamento.

Sui mercati c'è attesa per la riunione della Federal Reserve e per la decisione della Corte costituzionale tedesca su fondo salva-Stati Esm. A Zurigo hanno inciso negativamente le vendite di titoli difensivi di peso: Nestlé ha ceduto lo 0,68% (a 58,85 franchi), Novartis lo 0,88% (a 56,10 franchi) e Roche l'1,46% (a 175,30 franchi).

Quanto ai ciclici, ABB è salita dello 0,23% (a 17,70 franchi), Adecco dell'1,98% (a 47,95 franchi), Geberit dello 0,15% (a 203,50 franchi) e Holcim dello 0,24% (a 61,60 franchi). Syngenta ha registrato una progressione dell'1,51% (a 337,00 franchi). Fra i titoli del lusso, considerevole performance per Richemont, in crescita dell'1,42% (a 64,15 franchi). Swatch Group è in aumento dello 0,53% (a 414,00 franchi).

Fra le altre blue chip Transocean, che ha reso noto stamane la vendita di 38 piattaforme di perforazione per oltre un miliardo di dollari, ha virato in negativo e ha chiuso in netto ribasso (-2,09% a 44,10 franchi). La società americana è in discussione con il Dipartimento americano della giustizia circa il pagamento di 1,5 miliardi di dollari per risolvere le denunce civili e penali legate alla piattaforma Deepwater Horizon, affondata nel 2010 causando una marea nera nel Golfo del Messico. Le parti non sono riuscite a trovare un'intesa, ha indicato oggi la stessa Transocean.

Quanto al comparto finanziario, UBS ha guadagnato lo 0,77% (a 11,75 franchi), Credit Suisse lo 0,25% (a 20,10 franchi) e Julius Bär lo 0,31% (a 32,00 franchi). Zurich Insurance è in calo dello 0,38% (a 234,10 franchi), Swiss Re dello 0,41% (a 61,25 franchi). Oggi a Londra si è aperto il processo contro Kweku Adoboli, l'ex trader di UBS accusato di avere provocato alla banca perdite valutate a 2,3 miliardi di dollari in seguito ad operazioni non autorizzate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS