Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera: vicina alla parità

ZURIGO - Dopo una partenza positiva, la Borsa svizzera stamane è scivolata al di sotto della parità, per poi avvicinarsi di nuovo alla linea di demarcazione. Verso le 11.30 il listino principale SMI non registra variazioni rispetto alla chiusura di venerdì ed è a quota 6709,45. Il listino allargato SPI segna 5762,85 (+0,02%). Secondo gli operatori gli impulsi sul mercato sono scarsi. L'ulteriore evoluzione dipenderà principalmente da dati aziendali esteri.
Novartis perde terreno (-0,42%) malgrado la sua richiesta di un'omologazione accelerata negli Stati Uniti per il medicinale Gilenia, destinato alla cura della sclerosi multipla, sia stata accettata. Novartis è in concorrenza con la tedesca Merck in vista della prima commercializzazione di un medicinale contro la sclerosi multipla somministrabile sotto forma di compresse. Finora esistono solo medicinali iniettabili. Inoltre la FDA, l'autorità sanitaria USA, ha approvato un vaccino della Novartis contro la menengite.
La Roche scende dello 0,82%. Nestlé - altro peso massimo difensivo - è in calo dello 0,09%, anche se l'UBS ha migliorato la valutazione del titolo del gigante alimentare.
Fra i valori finanziari, Il Credit Suisse sale dell'1,29%, l'UBS dello 0,89% e la Julius Bär dello 0,81%. Robusta performance di Swiss Re che guadagna il 2,63%. Swiss Life è in crescita dell'1,55%, Zurich Financial dello 0,51%.
Si stanno mettendo in luce fra le altre blue chip Actelion (+2,04%) e SGS (+1,42%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.