Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un avvio al rialzo la borsa svizzera ha virato in negativo: alle 11.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8558,97 punti, in flessione dello 0,17% rispetto a ieri. Si mantiene per contro timidamente positivo il listino globale SPI (+0,06% a 8822,30 punti).

Il mercato era stato inizialmente sostenuto dalla misure di stimolo prospettate dalle autorità di Pechino per sostenere l'economia cinese e dal recupero del prezzo del petrolio. Con il trascorrere delle ore questi effetti sono andati però spegnendosi e i segni meno si sono fatti sempre più fitti.

Al centro dell'attenzione figura Actelion (+0,89%), dopo che dagli Usa è giunto il via libera alla commercializzazione del medicinale Uptravi. Meno tonici sono gli altri due titoli farmaceutici, Novartis (+0,24%) e Roche (+0,04%). E addirittura negativo è un ulteriore peso massimo difensivo, Nestlé (-0,21%).

In calo si presentano diversi valori dipendenti dai cicli economici come ABB (-0,23%), Adecco (-0,15%) e Geberit (-0,03%): fa eccezione LafargeHolcim (+0,54%). Swatch (+1,05%) e Richemont (+0,50%) non risentono delle cattive notizie sull'export orologiero in novembre: i due titoli hanno già subito quest'anno un notevole arretramento, pari a circa un quinto del loro valore.

Poco mossi appaiono i bancari UBS (-0,16%) e Credit Suisse (+0,24%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS