Navigation

Borsa svizzera: vira in negativo

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 ottobre 2019 - 15:08
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera è tornata in territorio negativo nel pomeriggio: alle 15.00 l'indice dei valori guida SMI segnava 10'026,26 punti, in flessione dello 0,06% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,37% a 12'138,19 punti.

L'attenzione è puntata su Nestlé (-1,43%), che ha informato sull'andamento dei ricavi nei primi nove mesi e che ha sofferto per i realizzi di guadagno. Più ispirati sono gli altri due pesi massimi difensivi, Novartis (+0,29%) e Roche (+0,66%). Non presentano un andamento unitario i valori più sensibili ai cicli economici come ABB (-0,32%), Adecco e LafargeHolcim (+0,50%). Perdite vengono mostrate dai bancari UBS (-0,58%), che ha patteggiato una pena di oltre 2 milioni a Milano per un'indagine fiscale, e Credit Suisse (-0,56%).

Nel mercato allargato in difficoltà sono Temenos (-19,97%) e Inficon (-7,79%), che hanno presentato risultati trimestrali inferiori alle previsioni. Conzzeta (+1,28%) rimbalza, dopo le perdite di ieri. Rieter (-8,28%) soffre per un cambiamento di raccomandazione da parte di UBS.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.