Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera rallenta nel pomeriggio, ma rimane positiva, con l'indice SMI dei titoli guida che verso le 15.30 segna 9'013.02 punti, in progressione dello 0,33%, mentre l'indice complessivo SPI sale dello 0,35% a quota 8'888.23.

Gli investitori, secondo gli operatori, sono prudenti in considerazione delle preoccupazioni per la Grecia e in attesa delle misure espansive annunciate dalla Banca centrale europea.

A sostenere i listini sono i farmaceutici, con Novartis che avanza dell'1,95%, Roche del 2,93% e la società biotecnologica Actelion del 2,86%. Frena invece il gigante dell'alimentare Nestlé, che scivola pesantemente all'indietro dell'1,10%.

Arretrano i bancari (UBS perde lo 0,82%, Julius Bär lo 0,61% e Credit Suisse il 2,19%), e poco tonici risultano gli assicurativi: Swiss Re cede lo 0,66% mentre rimane praticamente ferma Zurich Insurance (-0,03%). Richiesto invece il titolo di Givaudan (+2,23%).

Fanalino di coda è Transocean (-3,49%), a causa della caduta dei prezzi del petrolio, ma soffrono anche ABB, (-1,99%) e il segmento del lusso con Swatch in flessione dell'1,58% e Richemont del 2,31%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS