Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera accelera leggermente

La Borsa svizzera accelera leggermente nel pomeriggio, con l'indice SMI dei titoli guida che a due ore circa dalla chiusura segna 9'107,51 punti, in progressione dello 0,63%, mentre l'indice complessivo SPI sale dello 0,48% a quota 10'711,44.

Gli investitori hanno oggi reagito con soddisfazione all'esito delle elezioni di medio termine negli Stati Uniti. "Si potrebbe dire un po' cinicamente che i mercati azionari hanno gradito una suddivisione del potere al Congresso americano, dal momento che i politici saranno ora troppo occupati con se stessi per poter interferire negli affari dell'economia", ha detto un operatore di borsa.

Questa sera sono per altro attese le decisioni di politica monetaria della Federal Reserve: Ma non sono attese novità: si prevede infatti che la Fed manterrà i tassi invariati.

Tra le blue chip si mette in evidenza Swiss Re (+2.21%), ma gli ordini di acquisto stanno interessando altri titoli finanziari come Swiss Life (+1,07%), Credit Suisse (+1,23%), Julius Bär (+0,92%) e UBS (+1,47%), banca quest'ultima sulla quale pende la minaccia di un nuovo procedimento giudiziario negli USA in merito a cause civili relative alla vendita di titoli legati ai prestiti immobiliari subprime. Zurich Insurance, che stamane ha annunciato cifre in rialzo sui primi nove mesi dell'anno, avanza dello 0,38%.

I listini sono sostenuti anche dai pesi massimi difensivi Roche (+0,98%), Novartis (+1,02%) e dal colosso dell'alimentare Nestlé (+0,59%). Appare invece debole il segmento del lusso: Swatch in particolare scende dell'1,88%, mentre Richemont contiene le perdite a -0,54%.

Sul mercato allargato scivolano pesantemente all'indietro Kuros Biosciences (-15,7%), che ha annunciato un aumento di capitale, e Meyer Burger (-13,6%): giù anche Aryzta (-7,38%)

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.