Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera amplia i guadagni: in fine di mattinata l'indice SMI dei titoli guida segna un progresso dell'1,48% a quota 9'184.36, mentre l'indice complessivo SPI avanza dell'1,38% a 9'335.53 punti.

Le piazze continentali si muovono in positivo dopo la giornata festiva di ieri, in attesa della pubblicazione, nel pomeriggio, di alcuni indicatori (Empire State Index, che misura la fiducia dell'industria nello stato di New York, e l'indice Michigan sulla fiducia dei consumatori americani) che dovrebbero tastare il polso alla congiuntura mondiale.

A Zurigo in rilievo soprattutto Roche: la casa farmaceutica trascina il listino con un +3,50%, spinta al rialzo dalla pubblicazione dei risultati positivi di uno studio su un suo farmaco antitumorale tuttora in fase sperimentale. Bene anche i due pesi massimi Novartis (+1,16%) e Nestlé (+0,56%) come pure Richemont (+3,20%), più sensibile alla congiuntura.

Contrastati i titoli finanziari: mentre UBS (+1,24%), Julius Baer (+3,62%%) e Zurich Insurance (+ 2,0%) guadagnano notevolmente, Credit Suisse (-0,04%) risulta negativo. Sotto alla linea anche Swatch Group (-0,10%) e Transocean (-0,16%).

Sul mercato allargato perde terreno Logitech (-0,71%), che ha di recente annunciato l'intenzione di procedere ad ammortamenti per 123 milioni di dollari (196 milioni di franchi) per il comparto LifeSize, che propone soluzioni di videoconferenza ad alta definizione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS