Navigation

Borsa svizzera amplia i guadagni

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 luglio 2011 - 15:21
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera ha ampliato i guadagni rispetto alla mattinata sulla scia della decisione della Banca centrale europea di aumentare, come previsto, di un quarto di punto il tasso di rifinanziamento pronti contro termine all'1,50% e del calo, superiore alle attese, delle richieste di sussidio di disoccupazione la settimana scorsa negli Stati Uniti, scese di 14'000 unità a quota 418'000. Poco dopo le 15.00 l'SMI cresce dell'1,11% a 6'247.76 punti, l'SPI dello 0,99% a 5'737.88 punti.

Tra le blue chip - tutte in territorio positivo - si profilano ABB (+2,48%) e Actelion (+2,09%). Salgono di oltre un punto percentuale anche Adecco (+1,90%), Lonza (+1,82%), Novartis (+1,74%), Richemont (+1,60%), Syngenta (+1,58%), Holcim (+1,53%), Zurich Financial Services (+1,39%) e SGS (+1,18%). Bene anche i titoli bancari, con UBS e Julius Bär che guadagnano rispettivamente l'1,32% e l'1,77% mentre è più contenuto l'incremento di Credit Suisse (+0,86%).

Nell'indice allargato ha ridotto le perdite Swissmetal (-2,50%). L'azione resta però sotto pressione dopo che nell'incontro di ieri con la sua banca creditrice il gruppo siderurgico non è riuscito a trovare una via d'uscita alla difficile situazione finanziaria. Le trattative proseguono.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo