Navigation

Borsa svizzera ancora in negativo

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 febbraio 2012 - 11:40
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera rimane in territorio negativo anche a fine mattinata: alle 11.30 l'indice SMI dei principali titoli segna un calo dello 0.53% a 6'120.58 punti. Andamento analogo per il listino completo SPI, che scende dello 0.50% a quota 5'551.94.

L'attenzione degli operatori di borsa è oggi incentrata sull'andamento dell'azione di Julius Bär. La banca zurighese ha annunciato di aver realizzato nel 2011 un utile in calo del 10% a 452 milioni di franchi. Del 21% in meno, a 401 milioni, se si tiene conto anche dell'accordo fiscale raggiunto con le autorità tedesche.

Julius Bär, che al momento perde il 4.62%, non è comunque l'unico bancario ad essere sotto pressione. Complice il mancato accordo sul debito greco, anche UBS e Credit Suisse sono in rosso, rispettivamente dell'1.71% e del 2.37%.

Tra le altre società quotate allo SMI, da segnalare i ribassi di Abb (-1.79%), Adecco (-1.57%), Holcim (-0.89%), Nestlé (-0.28%) e Zurich Financial (-1.05%). Guadagnano invece Novartis (0.10%), Roche (0.32%) e Swiss Re (0.10%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?