Navigation

Borsa svizzera apre al ribasso

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 agosto 2011 - 09:43
(Keystone-ATS)

Apertura al ribasso per la borsa svizzera, con l'indice SMI dei titoli guida che verso le 9:30 segna una flessione dell'1,31% a 5'228.64 punti, mentre l'indice completo SPI cede l'1,25 a quota 4'764.47.

Wall Street ha chiuso ieri con il Dow Jones in discesa dell'1,51% a 11.149,59 punti, mentre il Nasdaq si è attestato a 2.419,63 punti (-1,95%) e il S&P 500 a 1.159,25 punti (-1,56%).

Stamane le borse asiatiche hanno terminato le contrattazioni senza particolari spunti. La Borsa di Tokyo ha tuttavia ritrovato vigore sul finale in concomitanza con le dimissioni del premier Naoto Kan da leader del partito Democratico, e a breve dal governo. L'indice Nikkei si è portato a quota 8.797,78, a ridosso dei massimi intraday, con un progresso dello 0,29%.

Mentre gli operatori sono ovunque in attesa dei segnali sull'economia Usa che il presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, dovrebbe fornire oggi pomeriggio, la borsa di Milano ha aperto con il Ftse Mib in leggera perdita dello 0,12%. Stessa tendenza per Parigi (-0,11% per il CAC 40). Invariata invece Francoforte, mentre Londra ha avviato le contrattazioni in leggero rialzo (Ftse-100 +0,13%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?