Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio di seduta in calo per la Borsa svizzera: alle 09.25 l'SMI perde lo 0,32% a 9'221.92 punti, l'SPI lo 0,42% a 9'351.76 punti. A pesare sono i protocolli della Federal Reserve, che non hanno dato chiare indicazioni sui tempi dell'aumento dei tassi d'interesse.

La banca centrale americana ha espresso riserve sull'evoluzione dell'inflazione e preoccupazione riguardo al vigore del dollaro e agli ultimi sviluppi in Cina.

Ciò ha inciso negativamente su Wall Street, dove ieri sera il Dow Jones ha ceduto lo 0,93% a 17.348,73 punti, il Nasdaq lo 0,80% a 5.019,05 punti e lo S&P 500 lo 0,83% a 2.079,61 punti. Chiusura in flessione stamani anche per Tokyo, con il Nikkei che ha lasciato sul terreno lo 0,94% a 20.033,52 punti.

Partenza al ribasso pure per le principali piazze europee: nei primi scambi a Londra il FTSE 100 cedeva lo 0,25% a 6.387,44 punti, a Francoforte il DAX perdeva lo 0,54% a 10.624,10 punti, a Parigi il CAC 40 scendeva dello 0,34% a 4.867,45 punti e a Milano il FTSE Mib segnava un calo dello 0,62% a 22.835 punti.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS