Navigation

Borsa svizzera apre in calo

La sede della Borsa svizzera a Zurigo. Keystone/CHRISTIAN BEUTLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 febbraio 2020 - 09:34
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera ha aperto oggi le contrattazioni in flessione: alle 09.15 l'indice principale SMI scende dello 0,28% a 11'137.26 punti, quello allargato SPI dello 0,41% a 13'401.86 punti.

Partenza negativa anche per le principali piazze europee, mentre a Milano, dopo i primi scambi in calo, il FTSE Mib è salito sopra la parità, con l'offerta pubblica di scambio di Intesa Sanpaolo su Ubi che infiamma il listino. Intesa guadagna il 3% a 2,6 euro, Ubi riammessa agli scambi sale del 28% a 4,47 euro, abbondantemente sopra la valorizzazione che le attribuisce il concambio dell'operazione (10 azioni Ubi per 17 azioni Intesa).

Stamani la Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi in calo per la quarta seduta consecutiva, con gli investitori che continuano a monitorare le conseguenze dalla diffusione del coronavirus sulle aziende a livello globale, e con la tecnologia sotto pressione dopo l'allarme sul fatturato di Apple per via del rallentamento delle attività produttive in Cina. Il Nikkei ha ceduto l'1,40% a quota 23'193,80. Wall Street era invece chiusa ieri per la festività del Presidents' Day.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.