Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Primi scambi lievemente in territorio positivo stamani alla Borsa svizzera, in scia alle mosse della Bce sul taglio dei tassi di interesse ai minimi storici e sull'introduzione di tassi negativi sui depositi bancari. Alle 09.20 l'indice dei titoli guida SMI segna un rialzo dello 0,13% a 8'654.42 punti, quello allargato SPI guadagna lo 0,15% a 8'549.44 punti.

Partenza in lieve rialzo anche per le principali piazze europee, con il DAX che sale a Francoforte dello 0,06% a 9'954.01 punti, il CAC 40 che avanza a Parigi dello 0,08% a 4'552,45 punti e il FTSE 100 che progredisce a Londra dello 0,11% a 6'821,06 punti. A Milano, l'avvio di seduta è più robusto, con l'indice FTSE Mib che guadagna lo 0,38% a 22'036 punti.

Stamani la Borsa di Tokyo ha archiviato la seduta invariata, con l'indice Nikkei in calo dello 0,01% a 15.077,24 punti, in attesa dei dati sull'occupazione USA.

Chiusura in territorio positivo ieri sera per Wall Street nella giornata della Bce. Il Dow Jones è salito dello 0,58% a 16.834,70 punti, registrando un nuovo record. Il Nasdaq è avanzato dell'1,05% a 4.296,23 punti, ai massimi degli ultimi due mesi e mezzo, mentre lo S&P 500 ha messo a segno un progresso dello 0,6% a 1.940,2 punti, segnando il nuovo primato.

SDA-ATS