Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio di seduta negativo per la Borsa svizzera: l'indice SMI dei principali titoli segna dopo i primi scambi una flessione dello 0,70% a quota 9.284,04, mentre l'indice complessivo SPI arretra dello 0,41% a 9.407,34 punti.

Tutte le blue chip sono orientate al ribasso, tranne Nestlé che sale dello 0,20% e SGS, che rimane sostanzialmente ferma sulle quotazioni di ieri. Pesante passo indietro per Geberit (-4.44%), che stamane ha presentato risultati trimestrali contrastatati, con un fatturato in rialzo su base annua del 15% a 637 milioni di franchi e un utile netto in calo nelle stesse proporzioni a 121 milioni.

Sul mercato allargato hanno informato dell'andamento trimestrale degli affari Schindler (-0,19%) e OC Oerlikon (+2,48%).

Sulle principali piazze europee Milano (Ftse Mib -0,02% a 23.805 punti) e Francoforte (Dax - 0,03% a 12.035,36 punti) hanno aperto all'insegna della stabilità, mentre stanno cedendo terreno Londra (FTSE-100 -0,43% a 7.073,75 punti) e Parigi (CAC 40 -0,23% a 5.256,79 punti).

Ieri sera Wall Street ha terminato le contrattazioni sotto la soglia della parità: il Dow Jones ha perso lo 0,23% a 18'037,97 punti, il Nasdaq ha ceduto lo 0,63% a 5060,25 punti, mentre lo S&P 500 è arretrato dello 0,4% a 2109 punti.

La borsa di Tokyo, stamane, ha invece chiuso a +0,38%, con gli investitori più ottimisti dopo i primi dati trimestrali, pur in attesa delle mosse che la Federal Reserve e la BoJ prenderanno in materia di politica monetaria.

L'indice Nikkei ha guadagnato 75,63 punti, a quota 20'058,95 punti, ignorando la bocciatura di Fitch che, dopo Moody's, ha tagliato il rating del Giappone di un gradino ad "A", con outlook stabile, a causa della "fragilità nello scenario principale per il debito pubblico".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS