Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera ha aperto le contrattazioni in calo: alle 9.15 l'SMI cedeva lo 0,61% a 9'026.86 punti, l'SPI lo 0,59% a 9'156.95 punti. Ciò a causa delle tensioni legate al salvataggio della Grecia, dopo il nulla di fatto al vertice della scorsa notte a Bruxelles.

Le trattative sono riprese stamattina.

Partenza negativa anche per le principali piazze europee: a Londra l'FTSE 100 perdeva in apertura lo 0,34% a 6.821,49 punti, a Francoforte il DAX scendeva dello 0,53% a 11.410,62 punti, a Parigi il CAC 40 lasciava sul terreno lo 0,97% a 4.996,63 punti mentre a Milano il FTSE Mib segnava una contrazione dello 0,70% a 24.825 punti.

L'incertezza per la crisi greca ha pesato anche sulla Borsa di Tokyo, dove stamani il Nikkei ha terminato gli scambi con un -0,46% a 20.771,40 punti. In calo anche Wall Street: ieri sera il Dow Jones ha chiuso a 17.966,07 punti (-0,98%), il Nasdaq a 5.122,41 punti (-0,73%) e lo S&P 500 a 2.108,58 punti (-0,74%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS