Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera oggi ha avviato le contrattazioni rimanendo attorno alla soglia di parità. L'indice SMI dei venti maggiori titoli alle 9.20 segnava 8525,40 punti, invariato rispetto a ieri. L'indice allargato SPI era anch'esso praticamente stabile a quota 8442,80 punti (-0,01%).

Apertura debole anche per le maggiori borse europee: Londra nei primi scambi segnava un calo dello 0,12%, con l'indice FTSE-100 a 6771,01 punti; a Francoforte l'indice Dax segnava -0,05% a 9329 punti; alla Borsa di Parigi l'indice Cac 40 cedeva lo 0,1% a 4250 punti; a Milano avvio di seduta leggermente positivo con l'indice Ftse Mib che segnava un rialzo dello 0,12%, a 20'817 punti.

In Asia, la Borsa di Tokyo ha chiuso poco variata, con l'indice guida Nikkei a 15.454,45 punti (+0,03%), così come Seul (+0,08%), Sydney (+0,19%), Hong Kong (+0,07%) e Shanghai (-0,15%).

Le borse orientali sono rimaste caute in attesa dei verbali del Comitato Federale della Fed di fine luglio, previsti in serata, con i futures sull'Europa e su Wall Street in ribasso. Ha aiutato i listini asiatici il balzo dell'export giapponese a luglio (+3,9%) che ha interrotto 2 mesi di cali in un'economia che potrebbe crescere a fine anno dello 0,4% dopo la frenata dell'ultimo trimestre.

La borsa americana di Wall Street ieri ha chiuso in territorio positivo, con il Dow Jones in avanzamento dello 0,48%, a 16'919,59 punti, il Nasdaq dello 0,43%, a 4527,51 punti, e lo S&P 500 dello 0,50%, a 1981,61 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS