Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio di seduta piatto per la Borsa svizzera, con l'indice SMI dei principali titoli che dopo i primi scambi segna una flessione dello 0,07% a 9.387,39 punti, mentre l'indice complessivo SPI arretra leggermente dello 0,02% a 9.521,85 punti.

Tra le principali piazze europee sono partite in lieve rialzo Londra (FTSE-100 +0,11% 7.048,62 punti), Milano (Ftse Mib +0,19% a 23.792 punti) e Francoforte (Dax +0,16% a 11.969 punti), mentre Parigi è rimasta sostanzialmente stabile (CAC 40 -0,02% a 5.137,02 punti).

Stamane la Borsa di Tokyo ha portato a quota 11 la serie di sedute positive di fila chiudendo a +0,06%, sostenuta dalla fiducia su economia e Corporate Japan, e sui flussi generati da investitori istituzionali ed esteri.

Si tratta della migliore striscia da febbraio 1988 che vale anche l'aggiornamento dei massimi degli ultimi 15 anni per i listini: l'indice Nikkei, infatti, con il dollaro in frazionale recupero sullo yen e malgrado le turbolenze di Shanghai, ha strappato un progresso di 11,69 punti ed è salito a 22.563,15.

Più debole invece Wall Street, con il Dow Jones che ieri è sceso dello 0,20%, a 18.126,49 punti. Il Nasdaq è calato dello 0,17%, a 5.097,98 punti, e lo S&P 500 è regredito dello 0,12%, a 2.120,86 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS