Apertura piatta per la borsa svizzera, dopo la seduta positiva di ieri, la prima dall'inizio della settimana: l'indice SMI dei titoli guida segna in avvio 8.860,26 punti, in aumento dello 0,09%, mentre l'indice complessivo SPI si attesta a quota 8'978.34 (+0,07%).

Partenza al rialzo, invece, per Milano (Ftse Mib + 0,27% a 21.570 punti), Parigi (CAC 40 +0,61% a 4.667,21 punti), Londra (FTSE-100 +0,27% a 6.507,96 punti) e Francoforte (DAX +0,45% a 10.795,97 punti).

Wall Street ieri ha terminato in territorio negativo una seduta caratterizzata dal blocco per tre ore e mezzo del Nyse. Il Dow Jones ha perso l'1,46% a 17.517,09 punti, il Nasdaq ha ceduto l'1,75% a 4.909,76 punti mentre lo S&P 500 ha lasciato sul terreno l'1,7% a 2.047 punti.

Sui mercati asiatici giornata al cardiopalma per Tokyo. Il Nikkei ha aperto ai minimi da 3 mesi, in calo di oltre il 2%, sull'onda di Shanghai che in avvio perdeva il 3%. Poi la borsa nipponica, confortata dalla ripresa del listino cinese, ha risalito anch'essa la china. Il Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,6% a 19.855,50 punti.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.