Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura piatta per la borsa svizzera, dopo la seduta positiva di ieri, la prima dall'inizio della settimana: l'indice SMI dei titoli guida segna in avvio 8.860,26 punti, in aumento dello 0,09%, mentre l'indice complessivo SPI si attesta a quota 8'978.34 (+0,07%).

Partenza al rialzo, invece, per Milano (Ftse Mib + 0,27% a 21.570 punti), Parigi (CAC 40 +0,61% a 4.667,21 punti), Londra (FTSE-100 +0,27% a 6.507,96 punti) e Francoforte (DAX +0,45% a 10.795,97 punti).

Wall Street ieri ha terminato in territorio negativo una seduta caratterizzata dal blocco per tre ore e mezzo del Nyse. Il Dow Jones ha perso l'1,46% a 17.517,09 punti, il Nasdaq ha ceduto l'1,75% a 4.909,76 punti mentre lo S&P 500 ha lasciato sul terreno l'1,7% a 2.047 punti.

Sui mercati asiatici giornata al cardiopalma per Tokyo. Il Nikkei ha aperto ai minimi da 3 mesi, in calo di oltre il 2%, sull'onda di Shanghai che in avvio perdeva il 3%. Poi la borsa nipponica, confortata dalla ripresa del listino cinese, ha risalito anch'essa la china. Il Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,6% a 19.855,50 punti.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS