Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio in chiaro rialzo per la Borsa svizzera nella prima seduta della settimana: alle 9.25 l'indice dei valori guida SMI guadagnava l'1,25% a 8'977.79 punti, quello allargato SPI l'1'06% a 9'108.37 punti.

I mercati credono all'ipotesi che possa essere scongiurato il default greco dopo che il premier Alexis Tsipras ha presentato un pacchetto di riforme.

Partenza estremamente positiva anche per le principali piazze europee, con il FTSE 100 che in apertura saliva dell'1,03% a 6.779,88 punti a Londra, il DAX che cresceva del 2,50% a 11.312,6 punti a Francoforte, il CAC 40 che guadagnava il 2,31% a 4.926.63 punti a Parigi e il FTSE Mib che progrediva del 2,01% a 23.158 punti a Milano.

Il commissario Ue per gli affari economici Pierre Moscovici ha affermato in un'intervista a radio Europe 1 che un accordo sulla Grecia oggi è possibile. In più, la Banca centrale europea (Bce) ha alzato il limite massimo ai prestiti d'emergenza per le banche greche.

Chiusura in forte rialzo stamane anche per Tokyo, con l'indice Nikkei che ha guadagnato l'1,26% a 20.428,19 punti, vicino ai massimi intraday.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS