Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un inizio positivo la borsa svizzera ha praticamente azzerato i guadagni: alle 11.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 8781,55 punti, in progressione dello 0,10% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,09% a 8948,78 punti.

A rendere circospetti gli investitori sono una volta ancora le paure di un raffreddamento congiunturale in Cina e le incognite riguardo alla cruciale decisione sui tassi che la Federal Reserve prenderà giovedì.

A livello di singoli titoli trainano il listino i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,42%), Novartis (+0,16%) e Roche (+0,38%), mentre arretrano i valori maggiormente esposti ai cicli congiunturali come ABB (-0,38%), Adecco (-0,53%) e LafargeHolcim (-0,78%).

Nel segmento del lusso Swatch (+0,65%) approfitta delle dichiarazioni del CEO Nick Hayek sull'andamento delle vendite e trascina almeno in parte con sé anche Richemont (+0,28%). Le incertezze relative ai tassi pesano per contro sui bancari UBS (-0,95%) e Credit Suisse (-0,89%).

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS