Navigation

Borsa svizzera azzera i guadagni

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 gennaio 2020 - 15:25
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera azzera i magri guadagni accumulati nella mattinata, con l'indice SMI dei principali titoli che verso le 15.15 segna 10'650,20 punti (-0,01%), mentre l'indice complessivo SPI si attesta a quota 12'881,90 (+0,01%).

Il cambio di rotta interviene dopo l'annuncio secondo il quale l'economia americana ha creato lo scorso anno 2,11 milioni di posti di lavoro, meno dei 2,7 milioni del 2018. E' comunque il nono anno consecutivo che viene superata quota 2 milioni.

Sulla piazza zurighese appare debole il peso massimo difensivo Novartis (-0,61%), mentre la concorrente Roche avanza dello 0,38%. Sostanzialmente invariato il colosso dell'alimentare Nestlé (+0,04%).

Contrastati i bancari: Credit Suisse cede lo 0,33%, mentre UBS sale leggermente dello 0,12%. Perde intanto vigore il segmento del lusso (Swatch -0,41%; Richemont -0,39%). Tra gli assicurativi allungano leggermente Zurich Insurance (+0,33%) e Swiss Life (+0,25%). Arretra invece Swiss Re (-0,23 %). Tutti negativi i titoli ciclici: LafargeHolcim in particolare lascia sul terreno lo 0,98%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.