Tutte le notizie in breve

Dopo un avvio altalenante e una mattinata prevalentemente in positivo, la Borsa svizzera ha trascorso il pomeriggio al di sopra della linea di demarcazione chiudendo ai massimi dall'agosto 2015.

L'indice dei valori guida SMI ha terminato la seduta a quota 9123,41, in progressione dello 0,65%, e quello allargato SPI a quota 10385,97 in crescita dello 0,67%.

Sul fronte economico in Europa la produzione industriale nell'eurozona a marzo è di nuovo leggermente calata rispetto a febbraio, registrando -0,1% dopo un altro -0,1% di febbraio su gennaio. Su base annua la produzione industriale è salita dell'1,9%.

Nel pomeriggio sono stati pubblicati i dati americani relativi alle vendite al dettaglio in aprile - al di sotto delle attese - e quelli sull'inflazione - in linea con le previsioni. Inoltre è stata resa nota la fiducia dei consumatori che sale in maggio a 97,7 da 97 di aprile, arrivando ai massimi degli ultimi quattro mesi.

A livello svizzero, per quanto riguarda le blue chip, gli occhi erano puntati su Richemont: il gruppo ginevrino specializzato negli articoli di lusso, che ha oggi pubblicato risultati annuali deludenti, ha chiuso in calo del 5,01% a 81,60 franchi. Pesanti perdite sono state registrate anche dall'altro titolo del lusso Swatch Group che è sceso del 3,93% a 393,40 franchi.

A sostenere il listino sono stati i pesi massimi difensivi: i due farmaceutici Novartis e Roche hanno guadagnato rispettivamente il 2,47% a 80,90 franchi e l'1,16% a 270,50 franchi. Nestlé ha chiuso in crescita dello 0,80% a 81,40 franchi.

Contrastati invece i bancari: UBS ha terminato invariata a 16,82 franchi, Credit Suisse ha ceduto l'1,34% a 14,74 franchi e Julius Bär ha segnato una progressione dello 0,09% a 52,90 franchi.

Tutti in positivo hanno terminato gli assicurativi: Zurich (+0,68% a 281,90 franchi), Swiss Re (+0,62% a 89,55 franchi) e Swiss Life (+0,52% a 326,70 franchi).

Per quanto riguarda i titoli più sensibili alla congiuntura, unico a chiudere in rialzo è stato LafargeHolcim (+0,27% a 56,40 franchi). ABB ha terminato in parità a 24,71 franchi, mentre Adecco e Geberit hanno perso rispettivamente lo 0,58% a 76,55 franchi e lo 0,18% a 455,30 franchi.

Nel mercato allargato ha fornito i risultati trimestrali PSP Swiss Property (-1,03% a 96 franchi).

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve