Navigation

Borsa svizzera chiude in calo, SMI -0,18%

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 maggio 2012 - 18:05
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera, scivolata in territorio negativo dopo la diffusione del dato americano sui servizi, ha chiuso in calo. In precedenza aveva già perso velocità in concomitanza con le dichiarazioni di Mario Draghi, presidente della Bce. Il listino principale SMI ha terminato a 6097,68 punti, in flessione dello 0,18%. L'indice allargato SPI è uscito dalle contrattazioni a quota 5701,96 (-0,11%).

L'indice Ism servizi negli Usa si è ridotto a 53,5 punti in aprile, dai 56 di marzo. Gli analisti si aspettavano un calo meno pronunciato a 55,5 punti. Quanto al discorso di Draghi, "si ha l'impressione che non avremo nuove operazioni di rifinanziamento a lungo termine né nuove misure di sostegno da parte della Bce", ha commentato un broker.

Fra i titoli guida a Zurigo si è messo in luce Transocean, avanzato del 2,45% (a 46,85 franchi). Secondo gli operatori il titolo ha beneficiato dei dati trimestrali pubblicati la scorsa notte. L'utile del gruppo specializzato nella trivellazione di pozzi petroliferi in alto mare è crollato, ma per effetto di fattori straordinari.

Novartis, che ha annunciato la firma di un contratto per l'acquisizione dello specialista USA nella produzione di generici per la dermatologia Fougera Pharmaceuticals, è in calo dello 0,24% (a 49,60 franchi). La concorrente Roche è salita dello 0,30% (a 165,50 franchi), approfittando di buoni risultati nei test con il medicinale Actemra. La Nestlé, l'altro peso massimo difensivo, è in discesa dello 0,18% (a 55,40 franchi).

Flessione dei giganti bancari. L'UBS, dopo il balzo di ieri sulla scia della pubblicazione del bilancio trimestrale, ha perso il 2,64% (a 11,44 franchi). Gli azionisti hanno eletto oggi nel Cda con il 99% dei voti l'ex presidente della Bundesbank Axel Weber. Il Credit Suisse è in ribasso dell'1,27% (a 20,98 franchi). Calo marginale invece per la Julius Bär (-0,11% a 35,35 franchi).

Fra i valori più legati alle oscillazioni della congiuntura, Adecco ha perso 2,24 franchi o il 5,15% (a 41,26 franchi). L'azione da oggi è negoziata senza la cedola del dividendo di 1,80 franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?