Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Terza seduta consecutiva in calo per la Borsa svizzera: l'indice principale SMI ha chiuso le contrattazioni con una flessione dello 0,75% a 8'886.95 punti, quello allargato SPI con una contrazione dello 0,79% a 10'099.68 punti.

La Borsa prosegue il suo consolidamento ad un alto livello. Dalla pubblicazione delle note della Federal Reserve, ieri sera, non sono emerse indicazioni sulla futura politica monetaria della banca centrale americana.

A pesare ulteriormente sull'umore degli investitori è stata nel pomeriggio la pubblicazione del dato sui nuovi posti di lavoro creati in giugno dal settore privato statunitense, inferiore alle stime, che ha comportato anche un'apertura negativa a Wall Street.

I titoli maggiormente sotto pressione sono stati quelli di Richemont (-2,08% a 77.50 franchi), Lonza (-1,91% a 210.40 franchi), che ha fatto sapere oggi di aver finalizzato il rilevamento di Capsugel, Givaudan (-1,87% a 1'892.00 franchi), Swatch (-1,63% a 349.20 franchi), Novartis (-1,62% a 78.85 franchi), Julius Bär (-1,53% a 51.40 franchi), SGS (-1,12% a 1'190.00 franchi) e Roche (-1,06% a 241.90 franchi).

In netto calo anche i ciclici, con LafargeHolcim che è arretrata dello 0,98% a 55.65 franchi, Sika dello 0,88% a 6'205 franchi, Geberit dello 0,82% a 445.00 franchi, mentre hanno limitato le perdite Adecco (-0,48% a 72.55 franchi) e ABB (-0,38% a 23.80 franchi). Chiusura negativa anche per Swisscom (-0,69% a 463.40 franchi) e il titolo più "pesante" del listino, Nestlé (-0,18% a 82.25 franchi).

In controtendenza hanno terminato solo gli assicurativi Swiss Re (+0,95% a 90.45 franchi), Swiss Life (+0,30% a 336.30 franchi) e Zurich (+0,10% a 286.10 franchi) - oggi si è appreso che dall'aprile del 2018 l'ex Ceo di Swiss Re Michel M. Liès dovrebbe sostituire l'attuale presidente del consiglio di amministrazione Tom de Swaan - nonché Credit Suisse (+0,41% a 14.52 franchi). Invariata a 16.71 franchi UBS.

Nel mercato allargato da segnalare che Zur Rose al suo debutto in Borsa è cresciuta del 10,64% a 159.90 franchi. Il gruppo turgoviese attivo nel commercio all'ingrosso e nella vendita per corrispondenza di medicinali aveva fissato il prezzo delle sue azioni a 140 franchi.

SDA-ATS