Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera ha chiuso la seduta odierna in forte rialzo con l'indice SMI dei titoli guida in progresso del 2,46% a 8'581,56 punti, mentre l'indice complessivo SPI è avanzato del 2,37% a quota 8'849,37.

Rispetto agli scorsi giorni, quando lo SMI ha subito un consistente calo, vi è stata quindi un'inversione di tendenza, favorita dal rimbalzo del prezzo del petrolio e dall'andamento positivo di Wall Street.

Hanno inciso favorevolmente sull'andamento dei mercati anche l'indice Zew, che a dicembre - per il secondo mese consecutivo - ha registrato un'accresciuta fiducia degli investitori in Germania, e il dato americano sull'inflazione, rimasta invariata a novembre a livello mensile. Quanto al tanto preannunciato aumento dei tassi negli USA gli analisti si accordano nel pronosticare un incremento moderato. La decisione da parte della Fed è attesa per domani sera.

Sulla piazza zurighese tutte le blue chip sono risultate di segno più. Tra i pesi massimi difensivi il colosso dell'alimentare Nestlé è salito del 2,17% (a 73.10 franchi) , Novartis del 2,68% (a 84.40 franchi) e Roche del 2,17% (a 268.30 franchi). Hanno allungato il passo in modo deciso anche i bancari, in particolare Ubs che è cresciuta del 3,69% (a 18.55 franchi) e che ha fatto meglio di Credit Suisse (+3,30% a 20.68 franchi ) e Julius Bär (+2,28% a 44.41 franchi).

In evidenza pure il segmento del lusso: Swatch ha messo a segno una progressione del 3,72% (a 337.30 franchi) e Richemont del 2,09% (a 70.95 franchi). Su entrambe le società si erano abbattuti negli scorsi giorni ordini di vendita in scia a timori di un indebolimento dell'economia cinese.

I guadagni più consistenti sono stati evidenziati dalla volatile Transocean (+8,47% a 13.06 franchi), piuttosto malmenata nel recente passato, che ha approfittato del rialzo delle quotazioni del petrolio, tornato a salire, dopo che ieri, per l'eccesso di rifornimenti sui mercati, era calato ai livelli pre-crisi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS