Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Timori per un raffreddamento dell'economia hanno spinto oggi la borsa svizzera al ribasso. L'indice delle blue chip SMI ha chiuso a 6285,66 punti, in calo dello 0,14%. L'indice allargato SPI è arretrato anche dello 0,14% a 5549,27 punti.
A condizionare gli scambi sono stati i dati, peggiori delle attese, sul progresso del Pil Giapponese nel secondo trimestre - ciò che ha segnato definitivamente il sorpasso della Cina sul Sol Levante - e quelli sul comparto manifatturiero newyorkese, il cui indice misurato dalla Fed è salito in agosto a 7,1 dal 5,1 di luglio, con un progresso più lento delle aspettative degli economisti (stima: 8).
Tale situazione, ha detto un operatore alla Reuters, spiega i ridotti volumi degli scambi. Gli investitori hanno preferito prendersi una pausa di riflessione.
I titoli bancari sono stati sotto pressione a causa delle paure sulla congiuntura. UBS ha ceduto lo 0,06% a 17,4 franchi, il Credit Suisse l'1,88% a 46 franchi e Julius Baer lo 0,34% a 35,62 franchi.
In flessione anche gli assicurativi con Swiss Re che ha perso lo 0,50% a 43,75 franchi e ZFS lo 0,21% a 232,6 franchi.
Tra i pesi massimi, Roche ha terminato in flessione dello 0,21% a 142,3 franchi, mentre Nestlé ha sostenuto i listini progredendo dello 0,86% a 52,95 franchi.
Novartis è risultata in calo dello 0,66% a 52,65 franchi. Oggi la società basilese ha compiuto un passo supplementare per il rilevamento del gruppo americano Alcon, attivo nei prodotti oftalmici, facendo eleggere nel Cda cinque suoi amministratori. La nomina sarà effettiva dopo la conclusione dell'acquisto del pacchetto del 52% di Alcon detenuto da Nestlé.
Novartis ha così superato l'ostilità dei piccoli azionisti che ritengono troppo basso il prezzo offerto. Stando agli operatori di borsa, tuttavia, Novartis potrebbe aumentare la propria offerta onde convincere gli investitori riottosi, facendo così rincarare l'intera acquisizione.
Dopo una prima parte di giornata in positivo, Swatch ha chiuso in perdita dello 0,36% a 336,6 franchi. Tra i titoli ciclici, bene ABB (+1,15% a 20,27 franchi) e Holcim (+0,31% a 65,7 franchi). Quest'ultima azienda renderà noti in settimana i semestrali. Adecco ha lasciato sul terreno l'1,82% a 51,2 franchi dopo che la concorrente Michael Page ha pubblicato una trimestrale deludente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS