Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I timori di un contagio della crisi spagnola ad altri Paesi della zona euro ha spinto gli investitori, dopo varie sedute al rialzo, a vendere le loro posizioni per fare cassa.

In chiusura, l'indice dei titoli guida SMI ha perso lo 0,61% a 6284,81 punti. Sul mercato allargato, l'SPI ha terminato in flessione dello 0,63% a 5823,89 punti.

Forti vendite sui titoli bancari, che scontano i timori sulla "tenuta" dell'euro, sebbene oggi l'Eurogruppo abbia dato via libera agli aiuti per le banche spagnole. Anche gli spread di Spagna e Italia sono tornati a crescere, con i differenziali dei buoni del tesoro iberici che hanno toccato nuovi record. UBS ha quindi perso il 4,39% a 10,03 franchi, Credit Suisse il 2,94% a 16,83 franchi e Julius Baer lo 0,89% a 34,36 franchi.

In flessione anche gli assicurativi, con Zurich Insurance in calo dello 0,82% a 218,70 franchi e Swiss Re dello 0,08% a 61,35 franchi.

Hanno pesato sui listini anche le vendite su Nestlé (-0,76% a 59,05 franchi) e Roche (-0,41% a 171 franchi). Novartis ha recuperato le perdite del mattino chiudendo in crescita dello 0,36% a 56,20 franchi.

Tra i titoli ciclici, ABB ha messo a segno un +1,01% a 15,96 franchi mentre Holcim - ricercata in mattinata - ha subito un'emorragia dell'1,08% a 54,95 franchi. Vendite anche su Adecco (-3,08% a 41,54 franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS