Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Visti i guadagni messi a segno nelle ultime settimane, con i listini che hanno superato mercoledì la soglia dei 9500 punti, la Borsa svizzera è stata oggetto oggi di prese di beneficio. In chiusura, l'indice SMI dei titoli guida ha ceduto lo 0,71% a 9457,99 punti

L'indice completo SPI ha subito una contrazione dello 0,71% a 9597,01 punti.

Stando agli analisti, gli investitori hanno deciso di non correre rischi alla vigilia dei dati americani sull'occupazione (dati settimanali) e di incamerare il plusvalore del portafoglio titoli in loro possesso. I dati sull'impiego sono determinanti per valutare le prossima mosse della Fed circa un eventuale innalzamento dei tassi.

Le vendite su Zurich (-4.63% a 284,30 franchi) hanno appesantito gli scambi: la società ha presentato oggi i conti - deludenti secondo gli analisti - del primo semestre archiviato con una diminuzione dell'utile netto del 3% su base annua a 2,06 miliardi di dollari (2,02 miliardi di franchi) e una contrazione del fatturato del 4% a 36 miliardi di dollari. Swiss Re ha guadagnato lo 0,17% a 87,85 franchi.

Tra i bancari, Ubs ha chiuso in lieve crescita (+0,13% a 22,50 franchi), mentre Credit Suisse ha ceduto lo 0,80% a 28,46 franchi e Julius Baer lo 0,75% a 53,10 franchi.

In flessione anche i difensivi, con Roche in arretramento dello 0,57% a 279,40 franchi, Novartis dello 0,79% a 100,70 franchi e Nestlé dello 0,47% a 73,50 franchi.

In forte progressione Transocean (+6,32 a 12,96 franchi), dopo l'emorragia dei giorni scorsi imputata al calo costante del prezzo del greggio. Nel secondo trimestre, l'operatore statunitense di piattaforme petrolifere con sede a Zugo ha registrato risultati in calo, anche se meno del previsto, grazie a un rigido programma di diminuzione dei costi.

Tra aprile e giugno, l'utile netto ha raggiunto 342 milioni di dollari (335 milioni di franchi), pari a una contrazione del 41% su base annua. Il fatturato si è fissato a quota 1,8 miliardi di dollari, in flessione del 19%.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS