Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera chiude in positivo, SMI +0,44%

Dopo aver passato buona parte della giornata nelle cifre rosse, la Borsa svizzera ha chiuso in territorio positivo. L'indice dei titoli guida SMI ha guadagnato lo 0,46% a 8'019,13 punti, e quello allargato SPI lo 0,43% a 8'480,30.

Secondo gli analisti contattati dall'agenzia Reuters, l'andamento prudente è da collegarsi agli annunci della Banca centrale europea (BCE) previsti per giovedì. Le attese dei mercati sono infatti alte e di conseguenza anche il rischio di rimanere delusi.

Sul piano europeo i dati congiunturali odierni sono risultati contrastanti, con un calo dei licenziamenti e una crescita delle assunzioni stabili in Italia, contro un calo degli ordini nel settore manifatturiero in Germania nel mese di gennaio, dovuto alla frenata dell'economia globale.

Sul mercato elvetico, risultano contrastati i titoli bancari, con UBS in crescita dello 0,49% a 16,55 franchi, Credit Suisse in calo dello 0,32% a 15,40 e Julius Bär dello 0,42% a 43,09. Stesso discorso per gli assicurativi, con Zurich Insurance in aumento dello 0,18% a 225,50 e Swiss Re in contrazione dello 0,39% a 89,75.

Tutti positivi i difensivi di peso, con Nesté che fa segnare un +0,07% a 71,55 franchi, Roche un +0,44% a 251,80 e Novartis un +0,77% 72,20. Fra gli altri titoli, bene Richemont (+2,21% a 67,00), Lafargeholcim (+1,07 a 43,33) e Transocean (+3,10% a 12,63).

Sul mercato allargato, da notare Calida (+8,66% a 32,00 franchi), che oggi ha annunciato per il 2015 un utile di 17,0 milioni di franchi, in flessione del 28,1% su base annua. Il risultato operativo Ebit è calato del 20,8% a 21,5 milioni. La diminuita redditività è dovuta all'evoluzione negativa dei tassi di cambio. I risultati sono superiori alle attese degli analisti.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.