Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa Svizzera ha chiuso la seduta odierna con l'indice SMI dei titoli guida in progressione dello 0,59% a 8'434.66 punti, mentre l'indice complessivo SPI è salito dello 0,60% a quota 8'295.17.

Decisamente sotto pressione il titolo di ABB, protagonista di un tonfo del 6,99% (a 21.43 franchi), dopo la presentazione stamane dei dati trimestrali che hanno evidenziato un calo dell'utile netto del 18%, a 544 milioni di dollari, su un giro d'affari diminuito del 3% a 9,47 miliardi di dollari. I risultati sono stati giudicati molto deludenti e comunque inferiori alle attese degli analisti.

Debole nel segmento del lusso Swatch (-0,53% a 558.50 franchi) che si è vista respingere dal tribunale del commercio di Zurigo un risarcimento di quasi 25 milioni di franchi chiesto a UBS per investimenti che la banca definiva sicuri, ma che invece non hanno resistito ai contraccolpi della crisi finanziaria.

Tendenza opposta (+5,53% a 297.50 franchi) per Geberit, che ha indicato di aver cominciato il 2014 nel migliore dei modi. Nel primo trimestre lo specialista sangallese degli impianti sanitari ha infatti realizzato un utile netto di 141,9 milioni di franchi, in aumento del 19,4%. Il giro d'affari è salito del 9,6% a 638,5 milioni.

Tutti in progressione i pesi massimi difensivi: Nestlé è salita dello 0,60% (a 67.45 franchi), Novartis dell'1,34% (a 75.85 franchi) e Roche dello 0,67% (a 255.20 franchi). Bene anche i principali titoli bancari (UBS +1,78% a 18.28 franchi; Credit Suisse +1,98% a 28.00 franchi).

Sul mercato allargato hanno informato sui risultati trimestrali Nobel Biocare (+0,82%), OC Oerlikon (+2,14%), Panalpina (+4%) e Bucher (-1,4%).

SDA-ATS