Navigation

Borsa svizzera chiude in rialzo, SMI +0,90%

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 ottobre 2019 - 17:59
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera ha chiuso in rialzo l'ultima seduta della settimana, con l'indice SMI dei principali titoli in progressione dello 0,90% a 10'197,09 punti, nuovo record storico, mentre l'indice complessivo SPI è salito dello 0,77% a quota 12'306,45.

I mercati sono stati spinti verso l'alto dall'attenuarsi della controversia commerciale tra USA e Cina e dalla disponibilità al compromesso mostrata da Londra e Bruxelles riguardo alla Brexit. La prospettiva di ulteriori misure di allentamento monetario ha inoltre invogliato gli investitori a fare acquisti.

Sotto i riflettori sulla piazza zurighese è finita LafargeHolcim, numero uno mondiale del cemento, che in mattinata ha presentato risultati trimestrali contrastanti, ma superiori alle aspettative degli analisti finanziari sul piano delle vendite e dei profitti. Il titolo in borsa ha guadagnato il 2,23% (a 49.99 franchi).

Buona anche la prestazione di ABB (+1,80% a 20.94 franchi), ma consistenti sono stati pure i progressi messi a segno dai pesi massimi difensivi: Nestlé è salita dello 0,63% (a 104.68 franchi) e Novartis dello 0,61% (a 86.90 franchi). Roche, fiacca per gran parte della giornata, ha recuperato terreno con il passare delle ore terminando a +1,31% (a 294.55 franchi).

Tra i bancari UBS ha allungato dell'1,08% (a 11.745 franchi), facendo meglio di Credit Suisse (+0,60% a 12.53 franchi). In netta accelerazione il segmento del lusso: Swatch ha registrato una variazione positiva del 3,08% (a 271.30 franchi) e Richemont dell'1,76% (a 75.02 franchi), sostenuti dai buoni risultati trimestrali della francese Kering.

Contrastati gli assicurativi, con Zurich Insurance in flessione dello 0,26% (a 390.70 franchi) e Swiss Life dello 0,59% (a 488.30 franchi). Swiss Re ha invece guadagnato lo 0,24% (a 104.25 franchi).

Sul mercato allargato Tornos, dopo un avvertimento sugli utili, è scivolata del 3,84% (a 6.77 franchi). Oggi è stato peraltro il primo giorno di quotazioni per la società informatica nidvaldese SoftwareOne: il prezzo di emissione era stato fissato a 18.00 franchi e il titolo in chiusura è stato negoziato a 18.50 franchi (+2,78%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.