Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Seduta negativa per la borsa svizzera, che è rimasta ostaggio dell'incertezza in relazione ai fronti caldi della Grecia e dell'Ucraina. L'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 8577,76 punti, in flessione dello 0,49% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI ha perso lo 0,46% a 8464,42 punti.

Come nel resto d'Europa anche sul mercato elvetico oggi si è proceduto con il freno tirato. In attesa di sviluppi chiarificatori sui teatri di crisi - in primis debito ellenico e tensioni nell'est europeo - diversi investitori hanno preferito realizzare i guadagni o rimanere a bordo campo. I volumi di contrattazione sono risultati inferiori a quelli dei giorni precedenti.

In assenza di novità di rilievo riguardanti le blue chip l'attenzione è rimasta anche oggi puntata su UBS (-2,55% a 15,28 franchi), già sotto pressione ieri dopo conti annuali accolti con delusione. Poco tonica è apparsa anche Credit Suisse (-0,65% 19,80 a franchi), che domani informerà sull'andamento degli affari, mentre fin da da subito bene orientato si è rivelato il terzo bancario, Julius Bär (+1,21% a 44,24 franchi). Poco mossi sono risultati gli assicurativi Swiss Re (-0,06% a 84,30 franchi) e Zurich (+0,03% a 312,90 franchi).

In ordine sparso hanno terminato i valori maggiormente dipendenti dalla congiuntura come ABB (-0,05% a 19,18 franchi), Adecco (+0,35% a 70,90 franchi), Geberit (-0,28% a 315,50 franchi) e Holcim (-1,38% a 67,85 franchi). Nel segmento del lusso Swatch (-0,05% a 413,10 franchi) si è risollevata meglio di Richemont (-0,68% a 79,85 franchi) dai minimi di giornata. Transocean (-2,35% a 17,07 franchi) si è mostrata ancora una volta particolarmente volatile.

Hanno avuto un impatto negativo sul listino i pesi massimi difensivi Nestlé (-0,77% a 70,90 franchi), Novartis (-0,05% a 94,50 franchi) e Roche (-0,82% a 243,00 franchi). Completano il quadro dei 20 titoli principali Actelion (+0,30% a 101,80 franchi), Givaudan (+0,28% a 1765,00 franchi), SGS (+0,05% a 1850,00 franchi), Swisscom (-0,09% a 535,50 franchi) e Syngenta (+0,76% a 317,00 franchi).

Nel mercato allargato l'attenzione era concentrata su Vontobel (+2,67% a 34,60 franchi), che ha sorpreso in positivo con i conti 2014. Una buona accoglienza ha ricevuto anche il bilancio di Temenos (+0,66% a 30,30 franchi) mentre scarso entusiasmo ha suscitato la Banca cantonale di San Gallo (-3,21% a 346,75 franchi). Bobst (-0,67% a 29,80 franchi) e Belimo (+0,05% a 2078,00 franchi) hanno reso noto il fatturato dell'anno scorso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS