Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Giornata no per la Borsa svizzera, condizionata negativamente anche dalla crisi della Grecia, cui oggi Moody's ha abbassato il rating da A2 al livello di A3. In chiusura, l'indice dei titoli guida SMI ha lasciato sul terreno l'1,39% a 6720,09 punti. Sul mercato allargato, l'SPI è calato dell'1,19% a 5964,9 punti.
Maglia nera oggi per ABB, che ha perso ben l'8% a 21,86 franchi. L'azienda ha reso noto di aver chiuso il primo trimestre con utile e fatturato in calo. Il risultato netto è sceso del 29% a 464 milioni di dollari e le vendite si sono contratte del 4% a 6,93 miliardi di dollari (-11% in valute locali). Si tratta di risultati che non hanno rispettato le attese del mercato. Tra i ciclici, Holcim ha chiuso in flessione dell'1,42% a 79,85 franchi.
Giornata da dimenticare anche per il Credit Suisse, in flessione del 4,71% a 51,6 franchi. La banca ha archiviato il primo trimestre con un utile netto di 2,1 miliardi di franchi, in crescita del 2% su un anno. L'afflusso netto di nuovi fondi è stato di 26 miliardi, superiore alle attese. Il calo del titolo si spiega col fatto che alcuni concorrenti della banca, come JP Morgan e Goldman Sachs, hanno fatto meglio. UBS è scesa dell'1,63% a 16,94 franchi e Julius Baer dello 0,37% a 37,76 franchi. Oggi UBS ha comunicato la chiusura del centro per il traffico dei pagamenti di Berna.
Unico titolo in positivo Nestlé, che ha guadagnato l'1,54% a 52,8 franchi. L'azienda ha pubblicato trimestrali migliori delle attese. Per gli analisti, visto la crescita della società e le forti liquidità, Nestlé rimane un buon investimento. Tra gli altri pesi massimi, Novartis ha ceduto l'1,15% a 56 franchi e Roche l'1,49% a 172,4 franchi.
Il titolo di Actelion, altra azienda che ha pubblicato i trimestrali, è chiuso in arretramento del 2,76% a 46,2 franchi, e Lonza ha ceduto il 2,73% a 81,95 franchi. La società basilese evolve tutt'ora in un mercato difficile.
L'azione di Swatch ha perso i guadagni messi a segno in mattinata dopo la pubblicazione dell'export di orologi - in forte crescita - ed ha chiuso con un -0,34% a 325,5 franchi. Richemont ha ceduto lo 0,37% a 39,96 franchi.

SDA-ATS